Acqua tiepida e limone al mattino: fa bene?

24

Questa bevanda è ottima sotto l’aspetto dell’idratazione e della diuresi senza dimenticare le proprietà nutritive del limone.

Però non è miracolosa e gli effetti sul metabolismo e sul fegato non sono dimostrati a livello scientifico.

Questa bevanda reintegra i liquidi persi durante la notte, soprattutto se l’ambiente è secco e privo di aerazione. L’acqua però dovrebbe essere preferibilmente naturale.
Un altro degli effetti benefici riguarda la temperatura dell’acqua, che essendo tiepida, risulta più digeribile e può stimolare la diuresi.

ll limone è inoltre un’ottima fonte di vitamina C, con funzione antiossidante. Da tenere presente che quando lo assumiamo nel pasto con gli alimenti migliora l’assorbimento del ferro di natura vegetale, come quello contenuto nei legumi e nelle verdure. Il consiglio è di non utilizzare succo di limone concentrato, già pronto, ma di consumare la spremuta al naturale, possibilmente da limoni di origine biologica.

 

Pubblicato in News

Dieta e Cervello, ultime ricerche scientifiche

17Quando si segue un regime alimentare non sempre si riesce a perdere peso con facilità. A fare da innesco a questo meccanismo alcune cellule cerebrali.

Uno studio dell’ Universita’ di Cambridge, nel Regno Unito, condotto sui topi e pubblicato sulla rivista eLife ha testato il ruolo di un gruppo di neuroni in una regione del cervello nota come ipotalamo, che fa un po’ da ‘centralina’.

Questi neuroni, detti AGRP, sono noti come i ‘neuroni della fame’: quando vengono attivati, ci fanno mangiare, ma se inibiti possono portare ad un’anoressia quasi completa.

Il team di ricerca ha usato un trucco genetico per manipolarli, attivandoli e ‘spegnendoli’.

I topi sono stati studiati all’interno di alcune camere speciali in grado di misurare il dispendio energetico e impiantando sonde per misurare da remoto la loro temperatura, in diversi contesti di disponibilità di cibo.

Dai risultati è emerso che i neuroni AGRP, quando attivati, ci rendono affamati e ci portano a mangiare, ma se non c’è cibo disponibile, agiscono per risparmiare energia, limitando il numero di calorie che bruciamo e quindi la perdita di peso.

Inoltre, lo studio descrive anche un meccanismo grazie al quale questi neuroni sanno quanta energia abbiamo incamerato e controllano quante calorie consumiamo.

Gli studiosi sperano che i risultati possano portare a sviluppare nuove terapie contro il sovrappeso e l’obesità.

Pubblicato in News

Celiachia e alcune possibili cause

11

Sempre più ricerche vengono ad oggi svolte per cercare di analizzare la celiachia e sono molte le possibili cause di questa intolleranza permanente che colpisce sempre più persone di qualsiasi età.

Al momento non esiste nessun rimedio per la celiachia, se non quello di una alimentazione completamente priva di glutine.

L’allattamento, le abitudini alimentari, le etnie e l’età di introduzione del glutine nella dieta dei bambini sono i fattori analizzati in uno studio condotto presso la Lund University in Svezia.

I ricercatori hanno preso in esame 8700 bambini proveniente da Svezia, Finlandia, Germania e USA e da tali studi è emerso che i bambini svedesi (di età compresa tra 0 e 2 anni) che avevano assunto quotidianamente quantità di glutine superiore a 5 grammi, avevano una predisposizione maggiore a sviluppare la celiachia rispetto a coloro che ne avevano assunto di meno o per nulla.

Quindi un eccessivo consumo di glutine nei primi anni di vita potrebbe essere causa di insorgenza della celiachia.

Sono in corso studi più approfonditi per valutare il ruolo della quantità di glutine ingerita.

 

 

Pubblicato in News

Alimenti vegetali e benessere alimentare

5

Gli alimenti vegetali sono alla base di una corretta e sana alimentazione.

Una dieta mediterranea è in grado di mantenere l’organismo in salute, prevenire molte patologie e regalare una maggiore prospettiva di vita.

Il mondo vegetale nella letteratura scientifica è sempre stato evidenziato per le sue molteplici proprietà benefiche. Un corretto apporto di tali cibi può prevenire patologie croniche come l’ipertensione, il diabete, l’aterosclerosi e tante altre.

Le linee guida per una sana alimentazione si basano su un profilo nutrizionale mediterraneo, avendo sempre come obiettivo primario la prevenzione delle malattie croniche degenerative e la lotta all’obesità.

Pubblicato in News

I bambini e le verdure

27

Far mangiare le verdure ai bambini spesso non è semplice.

Bisognerebbe innanzitutto presentarle in tavola spesso, già da piccini, così da aiutarli a prendere confidenza con questi alimenti suscitandone curiosità.

Cucinare insieme a loro potrebbe essere poi un ottimo modo per avvicinarli al mondo vegetale in maniera divertente.

Niente ricatti, niente premi, altrimenti ciò aumenta l’avversione per quegli alimenti.

Fondamentale infine è portare a tavola piatti presentati allo stesso modo, sia per gli adulti che per i bambini.

 

Pubblicato in News